DIPLOMA | LAUREA | CERTIFICAZIONI

Siamo una rete di Istituti per la formazione accreditati presso il Ministero dell’Istruzione e dell’Università e all’Assessorato Regionale.

I NOSTRI SERVIZI

Non perdere la tua occasione per costruirti il futuro. Il tuo domani è il nostro obiettivo!

DIPLOMA

Per tutti gli indirizzi di studio di secondo grado d’istruzione, con particolare riferimento a: licei, geometri, ragionieri, contabili, chef, esperti nell’accoglienza e nel marketing turistico, ecc.

LAUREA

Siamo convenzionati con le maggiori e più importanti Università Italiane. Offerta formativa completa per qualsaisi facoltà, che sia laurea triennale, magistrale, master, ecc. Anche ONLINE!

FORMAZIONE

Certificazioni linguistiche dalla A1 al C2, patenti informatiche (ECDL/ICDL ed EIPASS), certificazione di dattilografia, 24 CFU, Qualifica triennale alberghiera ed Operatore amministrativo, OSA, OSS.

Operatività a 360°

Offriamo un supporto ed una guida completa che sia adatta ad ogni tipo necessità.

Dicono di noi

All’interno delle nostre sedi, le quali vantano ormai più di 40 anni di esperienza, si sono diplomati migliaia di giovani siciliani che hanno trovato lavoro in breve tempo. Ecco cosa dicono di noi:

img

La scuola come la vorrei! Un ambiente familiare ed amichevole, senza nulla togliere alla professionalità. Il personale mi hanno guidato fin da subito a partire dall'orientamento. Mi sono diplomata e specializzata nel giro di un anno. Se oggi sono dove sono, è anche merito loro! Grazie! Grazie! Grazie! Manuela.

Come a casa

News

Notizie ed aggiornamenti dal mondo della scuola, della formazione e del lavoro in genere, ma anche attualità, notizie su eventi, cultura, bandi e concorsi, sia pubblici che privati.

Il Diploma Alberghiero | Cosa si studia e quali sono gli sbocchi professionali

L’istituto alberghiero può avere una durata minima di 3 anni o massima di 5 anni. A conclusione del triennio, viene rilasciato un diploma di qualifica professionale che permette già di lavorare; mentre a conclusione del quinquennio, gli studenti conseguono un diploma di maturità con qualifica di tecnico dei servizi turistici o di tecnico dei servizi di ristorazione.

Occorre, innanzitutto, chiarire che l’offerta formativa prevede tre diverse articolazioni: enogastronomia, servizi di sala e di vendita e accoglienza turistica, che permettono agli studenti di specializzarsi (da subito) nell’ambito di loro interesse.

Chi opta per l’indirizzo “enogastronomia” dimostra di essere interessato a lavorare ai fornelli, chi sceglie i servizi di sala e di vendita punta a servire ai tavoli, mentre chi sceglie l’accoglienza turistica mira a lavorare negli alberghi o in altre strutture ricettive. Si tratta, ovviamente, di una mera semplificazione perché – come vederemo – gli sbocchi professionali sono davvero tanti.

Ma quali sono le materie che si studiano all’istituto alberghiero? Ci sono alcune discipline tradizionali come l’italiano, la matematica, l’inglese, la storia, la fisica, l’economia e il diritto, l’educazione fisica, la religione; e altre specialistiche come scienza degli alimenti, scienza e cultura dell’alimentazione e i vari laboratori di servizi enogastronomici e di servizi di accoglienza.

Non solo, durante il biennio di specializzazione, si possono studiare materie come gestione delle aziende di ristorazione ed economia e tecnica dell’azienda turistica e alberghiera e si approfondisce lo studio delle normative che riguardano i settori del turismo e della ristorazione.

Tutti gli alunni degli istituti alberghieri studiano, inoltre, una seconda lingua straniera e svolgono degli stage sul territorio siciliano (presso ristoranti, pasticcerie, alberghi, agenzie di viaggio) che permettono loro di stabilire un primo contatto con il mondo del lavoro. Mai come in questo caso, occorre infatti “sporcarsi le mani” in cucina. E verificare cosa significa ricevere ed accogliere un turista e invogliarlo a scoprire le bellezze del nostro Paese.

Cosa aspetti? Chiama senza impegno il personale della nostra segreteria per una consulenza (389.0373160). Iscriviti con Scuole Riunite e ottieni il diploma alberghiero.

La diversità come ricchiezza, gli studenti di Scuole Riunite nella giornata per i diritti dei disabili

In occasione della Giornata Internazionale per i diritti delle persone disabili che si è svolta ieri giorno 3 dicembre, gli istituti paritari del network Scuole Riunite hanno partecipato con una serie di iniziative che hanno coinvolto gli studenti.

In particolare gli studenti coadiuvati dai docenti e dal personale didattico hanno dedicato un’ora di dibattito sul tema preparando dei cartelloni che hanno poi esposto nelle aule.

Gli istituti che hanno realizzato i lavori sono il Padre Pio di Termini Imerese, l’Istituto Rosmini di Cefalù e il Ludovico Ariosto di Palermo.

“Manifestazioni come queste sono fondamentali per calibrare un messaggio inequivocabile sull’inclusione sociale. Un messaggio – si legge nella nota diramata dalla scuola di Palermo – che deve partire dalle scuole, dai più giovani al fine di ritrovare la giusta priorità per chi nella nostra società è più svantaggiato.”

 

WhatsApp Image 2018-12-04 at 12.59.29

La ‘Red Week’ di Scuole Riunite per dire no alla violenza sulle donne

Il 25 novembre si svolge la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle donne. Per l’occorrenza, essendo il 25 di quest’anno domenica, il network di Istituti Paritari Scuole Riunite ha voluto promuovere la Red Week, una settimana dedicata al tema del rispetto della donna.

All’occorrenza in tutti e sei istituti del brand, si sono svolte iniziative a tema, richiamando la suddetta giornata contro la violenza sulle donne. All’Istituto Volta di Patti i ragazzi hanno scritto sui banchi in rosso i nomi delle vittime di femminicidio e hanno portato indumenti rossi. All’Istituto Ariosto di Palermo i ragazzi hanno discusso sul tema inserendo in una “scatola rossa” i loro pensieri sul tema del rispetto verso la donna. All’Istituto Dante Alighieri di Rocca di Capri Leone, ragazzi e ragazze si sono dipinti di rosso le mani e si sono confrontati sul tema della violenza in generale, manifestando il loro dissenso verso chi non rispetta la donna.

“Giornate come questa provano che anche gli istituti paritari possono farsi diffusori di valori e coscienza civica ben oltre gli argomenti scolastici – si legge nella nota dei vertici aziendali – apriamo con questa iniziativa una nuova fase che mette al centro la cultura e il rispetto del prossimo, educando i ragazzi e le ragazze che frequentano i nostri istituti a crescere in una società migliore di quella che ci circonda.”